radiostartv - music radiostartv
facebook radiostartv - music twitter radiostartv - music google plus radiostartv - music youtube radiostartv - music
radiostartv promote your music with RADIOSTARTV

Figlio di classe operaia Ness

invia per email Share on Tumblr
314

votes 70
guarda vota e condividi Figlio di classe operaia il video di Ness

lascia un commento

UanmNess - Figlio Di Classe Operaia (Official Video)
Figlio Di Classe Operaia è disponibile su: https://apple.co/2FXplV5 | http://spoti.fi/2IGeMYr

Follow UanmNess:
Official Website: http://www.uanmness.it/
Facebook: https://www.facebook.com/UanmNess/
Twitter: https://twitter.com/uanmness
Instagram: https://www.instagram.com/uanmness/
Vevo: https://www.vevo.com/artist/ness
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCsv_sZMUWvjWMG00H4AXpjA
 
2018 © Trumen Records

Music video performed by: UanmNess
A film by: EIKONA LAB
Directed / DoP / Editing / Script / Color Correction by: Edmondo Ragone
Interpreted by: UanmNess

L’insorgere di manifeste e sempre più evidenti fratture tra la cima e la base della piramide sociale mette ancora una volta al centro la questione etica e morale.
Figlio Di Classe Operaia è un tributo a chi lotta senza mezzi; armato per lo più di soli principi morali, di una profonda dignità e di una tenacia infinita, per guadagnarsi il classico “posto al sole”.
Nel brano sono, infatti, descritto alcuni valori e principi trasmessi dal padre (operaio) al proprio figlio.
Essere il figlio di un operaio vuol dire crescere con la consapevolezza di dover lottare per raggiungere i propri obiettivi, senza ledere al prossimo e nel totale rispetto di chi, come te, sta combattendo per il proprio “pezzettino”.
Figlio Di Classe Operaia è dedicato a tutti quelli che sono alla ricerca dei valori veri e rifuggono la futilità.
Il brano evidenzia la grande differenza tra chi è abituato solo a giudicare il lavoro altrui (figli di una fatica inesistente e affamati di vizi e frivolezze), e chi è capace di comprendere e apprezzare gli sforzi del prossimo (chi con la realtà cruda del mondo ci si è scontrato più volte, senza spalle coperte e ne ha dovuto prendere atto).
In conclusione: lavorare, faticare con le mani apprezzando ciò che ne deriva, per un Figlio Di Classe Operaia, è più appagante che essere un colletto bianco, abituato a sfruttare il sacrificio degli altri per il proprio personale vantaggio. 
 
FIGLIO DI CLASSE OPERAIA
Sono un bastardo come tanti
sui vent'anni,
conto il peso della vita in grammi,
su nel cielo non ho santi,
odio la mia sveglia perché sembra voglia ricordarmi
che il mio tempo è oro solo se arricchisco gli altri,
(non ho)                                 
mai alzato il dito sul più debole,
le ho sempre prese
dai più grandi perché non stavo alle loro regole,
(No)
quelle mazzate m'hanno fatto crescere,
ora il vecchio gruppo di santoni al mio cospetto
è un gregge di pecore,
chi si accontenta gode,
chi non si accontenta vince,
chi commenta
cerca comprensione tra chi finge,
(mentre)
faccio le valige
quasi in senso di vittoria,
penso a quando tutto questo era una scelta obbligatoria,
quando parti dal basso cerchi l'amore prima della gloria,
mangi merda finché lenta sta vita t'ingoia,
con il nodo in gola, sguardo fermo e le mani di chi lavora,
il sogno è morto è l'istinto che pompa ancora.
 
 
Tanto alla fine parlano tutti,
qui nella sala parlano tutti,
la gente è vaga,
critica ma non paga,
tra ‘sti furbi lascerò gli applausi a coprire gli insulti,
tanto alla fine qui parlano tutti,
qui nella sala già parlano tutti,
fronte sudata la stima l'ho meritata,
piedi a terra e testa in aria,
sono un figlio di classe operaia.
 
 
Nasci su sta terra e ne paghi l'affitto,
quindi vendi voto e faccia per un posto fisso che non hai mai visto,
“Come hai fatto con il rap ?”,
“Non lo capisco!”,
Ho fatto più di settemila caffè e ho prodotto un disco,
(adesso)
chi mi parla dosa il tono in base al prezzo,
Manco fosse il mezzo,
Per giustificare ogni interessamento,
A me che il tempo perso riporta ancora alla mente,
Che con le mani si lavora e con la bocca si vende,
Capitale che cresce se è l'animale che mangia,
Maiali in giacca e cravatta che ingrassano,
(Pieni di sé)
Sta roba non mi riguarda, grazie alla strada e alla rabbia,
Per la fatica che insegna a non pensare,
(Soltanto per sé)
Lo stato è corrotto e arrivista,
Campa alle spalle di chi se ne infischia,
Nato e cresciuto in provincia,
Per me chi lavora con mani, cervello e col cuore è un artista,
Chi nasce capo resta capo, ok niente da dire,
Chi nasce schiavo condurrà con la forza di un leader.
 
 
Tanto alla fine parlano tutti,
qui nella sala parlano tutti,
la gente è vaga,
critica ma non paga,
tra ‘sti furbi lascerò gli applausi a coprire gli insulti,
tanto alla fine qui parlano tutti,
qui nella sala già parlano tutti,
fronte sudata la stima l'ho meritata,
piedi a terra e testa in aria,
sono un figlio di classe operaia.
 
Written By: Fausto Demetrio Marino
Produced By: Drop

http://vevo.ly/DC34Hn

VIDEO | NESS
Ness - Mind
Ness


categories

▶ News
▶ Video
▶ Wall
▶ Community
▶ Ondemand
▶ Webtv
▶ Emerging Music
radiostar.it
web music channel
RADIOSTARTV
music web tv dedicated to independent music. promote your music with RADIOSTARTV
create your free space to promote your music
(c) media promotion srl - web agency